SPEDIZIONE GRATUITA PER TUTTI GLI ORDINI SUPERIORI A 69,99€

media

Carenza di ferro? Ecco i rimedi

31/03/2021

Il ferro è un elemento indispensabile che permette al nostro corpo di eseguire nel giusto modo molte sue funzioni. Più nel dettaglio, è alla base della produzione di emoglobina, necessaria per trasportare l'ossigeno ai tessuti, e della mioglobina, una proteina che serve a fissare l'ossigeno nei muscoli.

Una dieta sana e varia è, generalmente, ciò di cui si ha bisogno per mantenere dei buoni livelli di ferro nel corpo.

Carenza di ferro: come e perché si manifesta?

La carenza di ferro porta a spossatezza, affaticamento e, quando è acuta, può causare anemia; in determinati casi si possono palesare anche cefalea, palpitazioni, nevralgie e un sistema immunitario debilitato più soggetto a infezioni. In genere vengono riscontrate carenze nelle donne il cui mestruo è particolarmente abbondante e in coloro le quali si trovano in gravidanza.

In sintesi, la carenza di ferro può essere conseguenza di:

  • Gravidanza e allattamento: in queste situazioni il fabbisogno quotidiano di ferro è maggiore e, se non lo si integra con l’alimentazione, si rischia una carenza.
  • Emorragie e sanguinamenti: la perdita di sangue può causare un calo nei dei livelli di ferro; nelle donne, come anticipato, possono giocare un ruolo fondamentale anche le mestruazioni. 
  • Mal assorbimento: alcuni disturbi del metabolismo possono portare a un calo dell’assimilazione del ferro. Tra le più note, le malattie intestinali croniche (colite ulcerosa e morbo di Crohn) o la celiachia, che causano il deterioramento dei villi intestinali.

Rimedi 

I cibi con un buon apporto di ferro sono il fegato e le interiora, subito dopo i quali troviamo il cioccolato fondente, i legumi, le carni rosse, la frutta secca e le verdure a foglia verde, che ne contengono comunque ottimi valori. 

Bisogna sempre tener conto anche della capacità che il nostro corpo ha di assorbire il ferro alimentare, che cambia in base al tipo di alimento e al nostro organismo. Tale capacità è alta quando mangiamo interiora e carni rosse e bassa nel caso dei vegetali a foglia verde; contmporaneamente, le persone che assumono molto fruttosio e vitamina C, riescono ad assimilare il ferro più facilmente: motivo per il quale è utile condire le verdure con il limone.

Infine, è importante tenere in considerazione che l'assorbimento del ferro viene ostacolato dall’assunzione di bevande come il tè e il caffè (a causa dei tannini) e da quegli alimenti ricchi di acido ossalico, quali cereali integrali, spinaci e barbabietole.

Se desideri approfondire l’argomento oppure porre semplicemente qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

Commenti: 0
Nessun commento
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non può essere pubblicato. I campi richiesti sono indicato con *